Osservazioni di ISDE Treviso su Studio di Impatto Ambientale dell’ Impianto di recupero di rifiuti non pericolosi presentato dalla ditta Mosole per l’ attività in “Cava Borgo Busco” di Spresiano, Treviso.

Un’ ampia letteratura scientifica internazionale  evidenzia come l’esposizione alle sostanze nocive presenti nell’aria, nell’acqua, nel suolo e  negli alimenti costituisca un importante determinante della salute intesa nella sua globalità. Gli impatti meglio conosciuti sulla salute sono associati all’inquinamento atmosferico, alla scarsa qualità dell’acqua e alle scarse condizioni igienico-sanitarie. L’influenza  sulla salute delle sostanze chimiche pericolose, seppur dimostrata, è oggetto di studi. Il rumore è una questione emergente per l’ambiente e la salute.

Leggi tutto “Osservazioni di ISDE Treviso su Studio di Impatto Ambientale dell’ Impianto di recupero di rifiuti non pericolosi presentato dalla ditta Mosole per l’ attività in “Cava Borgo Busco” di Spresiano, Treviso.”

Pensiero di inizio anno 2019

” Abbiamo trasformato il pianeta per piegarlo alle nostre necessità. Più che adattarci, lo abbiamo plasmato a nostra immagine e somiglianza. Ma dovremmo capire una volta per tutte che le nostre incredibili capacità comportano altrettanto grandi responsabilità. Perchè è l’unico che abbiamo.” (Cattaneo Marco Direttore de “Le Scienze”)

Se meglio non si può , è ragionevole scegliere il meno peggio? Relativamente agli articoli “Panevin” pubblicati il 28-12-2018 dalla Tribuna e il 30-12-2018 dal Gazzettino…

Se meglio non si può ,  è ragionevole  scegliere il meno peggio?

Lo spegnimento obbligatorio del Panevin dopo le 24 dopo aver dato alle fiamme circa 6 metri cubi di legna vergine, più o meno 50 quintali,  riduce parzialmente la quantità di emissioni di residui con i gas di combustione composte da polveri sottili (PM10, 2,5), Monossido di Carbonio ( CO), Composti Organici Volatili ( COV), Ossidi di Azoto (NO) e  Zolfo (SOx).

“In Europa 3,9 milioni di persone abitano in aree dove sono superati contemporaneamente e regolarmente i limiti dei principali inquinanti dell’aria (Pm10, biossido di  azoto e ozono). Di questi, 3,7 milioni, cioè circa il 95%, vive nel Nord Italia. È quanto emerge dall’ultimo rapporto sulla qualità dell’aria dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA). Il nostro Paese è al secondo posto in Europa per morti perPm2.5 (60.600) e al primo posto per le morti da biossido di azoto (20.500) e per l’ozono (3.200).

La prima Conferenza Globale sull’inquinamento dell’aria e la salute tenutasi a fine Ottobre 2018 a Ginevra segnala che più del 90% di bambini sotto i 15anni nel mondo respira aria inquinata. Nella Pianura Padana si conferma particolarmente critica la situazione dell’ozono e degli ossidi di azoto (principalmente da motori diesel). L’inquinamento dell’aria  causa  600mila morti infantili.  L’Italia fa parte dei Paesi con la qualità dell’aria peggiore, tanto che il 98% dei bambini è esposto a livelli troppo alti di polveri ultrasottili. Le principali sorgenti di inquinamento atmosferico sono rappresentate da autoveicoli, industrie (chimiche e raffinerie), impianti di riscaldamento, inceneritori o termovalorizzatori, discariche, incendi, concimi e fertilizzanti utilizzati in agricoltura, etc. (  da Ramazzini news, 2/2018. L’inquinamento quanto ci costa? di F. Belpoggi, D. Mandriolo e A. Vornoli, Centro di Ricerca sul Cancro Cesare Maltoni. Istituto Ramazzini)”.

Il PANEVIN oltre che a essere vissuto come simbolo di tradizione popolare, rito purificativo per  migliori auspici, sia occasione per riflettere sullo stato di salute del nostro ambiente e, soprattutto, sull’ aria che ogni giorno respiriamo spronandoci a migliorarla per noi stessi e le  future generazioni con scelte, a volte perché no rinunce, coraggiose e lungimiranti.

dr Francesco Cavasin

Per un Anno che se ne va, uno Nuovo è alle porte …di speranza e di impegno per un ambiente più salubre

Quello che ci sta per lasciare è un anno carico di eventi e significative ricorrenze.

Tra questi, settanta anni fa, il 10  Dicembre 1948 a Parigi, dalle macerie della seconda guerra mondiale,  nasceva la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani . “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”, (art.1). “Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona”, (art.2). E ancora:” ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio della sua famiglia, con particolare riguardo all’ alimentazione, al vestiario, all’ abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in altro caso di perdita di mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà” (art.25). Infine, non ultimo  “ogni individuo ha dei doveri verso la comunità, nella quale soltanto è possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalità” (art. 29 comma1 )(a).

Leggi tutto “Per un Anno che se ne va, uno Nuovo è alle porte …di speranza e di impegno per un ambiente più salubre”

Articoli interessanti del n.2/2018 delle Pagine elettroniche di Quaderni ACP (Associazione Culturale Pediatri)

L’ACP è stata costituita a Milano il 5 settembre 1974. E’ una libera associazione che raccoglie 1.400 pediatri in 35 gruppi locali, finalizzata allo sviluppo della cultura pediatrica ed alla promozione della salute del bambino. La composizione dell’ACP ricalca quella dei pediatri italiani con una prevalenza dei pediatri di famiglia (circa 65%) ed il resto di pediatri ospedalieri, universitari e di comunità. Leggi tutto “Articoli interessanti del n.2/2018 delle Pagine elettroniche di Quaderni ACP (Associazione Culturale Pediatri)”

Testo intervento Presidente ISDE TV dott. Cavasin F. a Follina in occasione della marcia “NO Pesticidi” 13-05-2018

                                                                                  Follina 13 maggio 2018

 

Carissime e Carissimi,

a nome dell’Associazione Medici per l’Ambiente (ISDE Italia) vi porto i saluti del nostro Presidente Nazionale, dr. Roberto Romizi, del Presidente Regionale, dr. Vincenzo Cordiano e del Direttivo ISDE di Treviso di cui sono il Presidente. Leggi tutto “Testo intervento Presidente ISDE TV dott. Cavasin F. a Follina in occasione della marcia “NO Pesticidi” 13-05-2018″